CONFERENZA STAMPA DI LANCIO DELLA SUMMER SCHOOL 2019

2 maggio 2019 – Udine

Alla presenza dell’Assessore regionale Pierpaolo Roberti si è svolta il 2 maggio la conferenza stampa di lancio della terza edizione della Summer School 2019 presso il Palazzo della Regione di Udine. L’iniziativa, nata nel 2017 come settimana formativa residenziale dedicata agli amministratori locali, si è andata configurando come un vero e proprio progetto di apprendimento, approfondimento e scambio di conoscenze sul grande tema delle politiche e delle strategie di sviluppo locale.

La Summer School non si esaurisce, quindi, con la settimana formativa residenziale a settembre, ma prevede anche un week-end di approfondimento tematico invernale e una visita di studio a fine primavera/estate. La visita di studio, in particolare, presso una realtà locale fuori regione, ha dimostrato quanto sia efficace per conoscere in presa diretta colleghi amministratori che hanno sperimentato con successo nuove pratiche da cui prendere spunto.

I 45 amministratori formati costituiscono ormai una piccola comunità di pratiche dedicate allo sviluppo che con l’edizione 2019 potranno superare le 70 unità. Una comunità di sindaci, assessori e consiglieri di ogni colore politico provenienti dai Comuni del Friuli Venezia Giulia e in parte anche dal Veneto e dalla Provincia Autonoma di Trento che da quest’anno avranno la possibilità di trovarsi a discutere anche a distanza attraverso una piattaforma on-line.

Come hanno spiegato i presidenti dei soggetti promotori Mario Pezzetta di ANCI FVG (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e Franco Brussa di AICCRE (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), il progetto Summer School ha dimostrato una forte capacità di sviluppare competenze sui temi dello sviluppo socio-economico locale e di realizzare una forte rete tra amministratori. Si è venuta a creare, infatti, una comunità di amministratori locali che continuano a condividere una visione positiva del futuro dei territori, sanno cogliere l’importanza di avere una strategia e sono consapevoli che la capacità di acquisire finanziamenti europei richiede capacità di fare squadra tra Comuni aprendosi a partenariati sovraregionali ed internazionali.

Di fondamentale importanza in tale progetto è la competente collaborazione fornita da OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) e Informest (Agenzia per lo Sviluppo e la Cooperazione Economica Internazionale). La sede operativa OCSE a Trento si è specializzata nel dare supporto alle amministrazioni locali perché, secondo Paolo Rosso, le strategie e le politiche europee, nazionali e regionali non possono prescindere dalle capacità  dei territori di pensare in modo contestualizzato lo sviluppo affinché si realizzino azioni concrete efficaci. L’esperienza insegna che lo sviluppo può essere stimolato dall’alto, ma cresce soltanto attraverso il protagonismo, dal basso, di amministratori avveduti che cooperano tra loro e con gli stakeholder. Anche il presidente di Informest, Claudio Cressati, specificando che i bandi comunitari non sono un bancomat, ha richiamato l’importanza che gli amministratori siano formati a leggere i bisogni di sviluppo dei territori per focalizzare bene gli obiettivi da cui discendono i progetti. Solo così i progetti potranno risultare vincenti e saranno in grado di produrre impatti significativi sui territori.

L’Assessore regionale Pierpaolo Roberti, chiudendo la serie di interventi, ha ribadito quanto sia importante per l’amministrazione regionale poter contare su amministratori locali preparati per costruire le premesse per lo sviluppo dell’intero territorio regionale e per far sì che siano spesi tutti e meglio i soldi che sono allocati nei bandi europei a gestione regionale e comunitaria. Roberti ha ritenuto opportuno dare continuità all’esperienza della Summer School perché la formazione degli amministratori locali rafforza la loro capacità di mantenere l’autonomia dei propri comuni, sviluppa la capacità di fare rete per risolvere problemi sovra comunali e consente di realizzare progetti europei migliori. Infine, Roberti, oltre ad assicurare la propria presenza per le conclusioni della settimana a Paluzza, ha dichiarato che la quarta edizione del 2020 sarà particolarmente importante perché coinciderà con l’inizio della nuova programmazione europea.

La III edizione della Summer School: “Strategie di sviluppo locale e progetti europei” si svolgerà dall’1 al 6 settembre 2019 a Paluzza presso la struttura formativa regionale del CESFAM. La settimana residenziale è aperta a 26 partecipanti che saranno selezionati tramite bando pubblico scaricabile dal sito di AICCRE, ANCI FVG e ComPA FVG. La scadenza per la presentazione delle candidature è l’8 luglio 2019.

Share via